almancacco 2020 quadrato

Promozione - Ora è ufficiale: il portiere Maionchi al Lammari

Il portiere Andrea Maionchi, classe 1993, sarà il nuovo portiere del Lammari, società di promozione della provincia di Lucca. Maionchi prima di Lammari ha vestito le maglie di Tuttocuoio, Bastia e Fiesole Caldine in serie D, Bagni di Lucca in Promozione, Albenga, Castelnuovo Garfagnana e Jolly Montemurlo in eccellenza E, nell’ultima stagione ha disputato il campionato di UPSL (terza divisione americana) con LA10 e Los Angeles Wolves. Prima di parlare di Lammari, raccontaci com’è stata l’esperienza nella serie C americana...
"È stata un’esperienza bellissima, il livello della C americana è una buona eccellenza, niente di più niente di meno. Tutto quello che c’è intorno alle società però è da professionismo: decine di persone a tua disposizione per qualsiasi tipo di problema, più di mille persone ogni domenica allo stadio ed organizzazione e strutture che, purtroppo, qua in Italia, solo le grandi piazze possono vantare di avere".
Ricordiamo che Andrea Maionchi è stato il portiere del LA10 che poi lo ha girato in prestito al Los Angeles wolves collezionando 10 presenze in campionato e una in coppa di California. Adesso parliamo di Lammari. Com’è nata la cosa e cosa ti ha spinto a scegliere questa società?
"In queste settimane ho valutato un paio di proposte di eccellenza, ma a causa della crisi portata dal virus, l’aspetto economico è stato condizionato molto e non ho potuto trovare l’accordo con nessuno. Settimana scorsa è arrivata la chiamata da parte del Lammari. La mia decisione è dettata sicuramente dalla vicinanza da casa mia e dal fatto che ritrovo un allenatore come Donatello Menichilli che avevo avuto già modo di conoscere a Bagni di Lucca e che reputo molto preparato e con tanta voglia di fare, oltre al direttore Di Mauro con il quale ho giocato contro qualche volta e che reputo una bravissima persona e che sta provando ad allestire una buona squadra nonostante le mille difficoltà che ogni società deve affrontare".
In provincia di Lucca, tra Promozione ed Eccellenza, tutte le squadre (ad eccezione di una o due) impiegheranno il portiere giovane tra i pali. Cosa ne pensi?
"Purtroppo da qualche anno a questa parte, oltre che in serie D, anche in eccellenza e in promozione le società per limitare le spese e per una questione di regole sulle quote, scelgono il giovane in porta, ma questa non è una novità e per me e tanti altri, anno dopo anno sarà sempre più difficile mantenere queste categorie. Questo è, però, anche uno stimolo per chi come me non ha più là carta d’identità dalla propria parte ed ogni anno deve far bene per poter rimanere a buoni livelli".
Come cambierà il calcio dopo l’avvento di questo nuovo virus?
"Il calcio, sopratutto quello dilettantistico, pagherà a caro prezzo l’avvento di questo virus. Io non ho vissuto i mesi di chiusura totale perché ero negli USA, ma ho sentito in maniera diretta lo spavento che possono avere avuto tutte quelle persone che hanno visto i propri cari star male e chi addirittura ha perso familiari o persone importanti della propria vita. Il calcio si ridimensionerà in tutto e per tutto e starà anche a noi giocatori capire la situazione e a far tornare in piena attività il calcio dilettantistico, sperando che a settembre si possa ricominciare senza ulteriori complicazioni e poter tornare a giocare a calcio".

Ordina qui il nuovo Almanacco del Calcio Toscano 2020

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Luglio 2020 14:02