almancacco 2020 quadrato

Eccellenza - Le cronache della 5ª giornata di oggi domenica 16 maggio

Manuel Bianchi, attaccante del Poggibonsi (da Pagina Facebook Us Poggibonsi Official) Manuel Bianchi, attaccante del Poggibonsi (da Pagina Facebook Us Poggibonsi Official)

Nel Girone A il Cascina del trio sisti-Scaramuzzino-Polzella vola solo in testa sfruttando il pari spettacolo fra Perignano e Massese; nel Girone B è fuga vera per il Poggibonsi, visto che la Fortis Juventus è sconfitta in casa dal Terranuova così come il Valdarno F.C. dalla Colligiana; ancora una rimonta per l’Antella, stavolta a Pontassieve. Ecco le cronache dei match del pomeriggio:

ECCELLENZA Girone A - Giornata 5
Cascina-Tuttocuoio 5-0 
CASCINA (4-3-1-2): Brunelli; Borgia, Fatticcioni, Cela, Puleo (48’ Materazzi); Luci, Gargini, Olivotto (82’ D’Andrea Pisani); Rigirozzo (75’ Scaramelli); Chiaramonti (63’ Pellegrini), Frati (82’ Folegnani). A disp.: Gambini, Castellacci, Pini, Cosi. All.: Luca Polzella.
TUTTOCUOIO (4-3-1-2): Fiaschi; Lecceti, Visibelli, Vittorini, Bertolucci; Turco, Fino, Campelli (68’ Fiscella); Khtella (46’ Ercoli); Stauciuc, Fanucchi. All.: Stefano Maccioni.
ARBITRO: Giovanni Curcio di Siena, coad. da Luca Laganà ed Emanuele Petrakis di Siena.
RETI: 19’ Chiaramonti, 69’ Pellegrini, 79’ Materazzi, 81’ Frati, 86’ Folegnani.
NOTE: Nessun ammonito
Il Cascina nella ripresa dilaga col Tuttocuoio e, approfittando dello scontro diretto tra Fratres Perignano e Massese (che appaiavano proprio il Cascina in vetta alla classifica e chiusosi in parità) ne approfitta per distaccarle e rimanere da solo al comando della classifica. Tredici punti in cinque partite, 14 reti fatte (miglior attacco) e solo 2 reti subite (miglior difesa), 6 punti di vantaggio sulla quinta classificata (ricordiamo che solo le prime quattro accedono ai playoff, ndr) a 4 giornate dal termine sono un risultato che va decisamente aldilà di ogni più rosea aspettativa. C’è da aggiungere che adesso anche la squadra è consapevole della propria forza e a questo punto nessun obiettivo è precluso. La partita è stata disputata ancora una volta sul campo Fiorentini (visto che il Redini è ancora indisponibile) ed ha visto il primo tempo chiudersi sull1 a 0 con tante occasioni sprecate dal Cascina. Nella ripresa ancora un po’ di equilibrio, ma si vedeva che sarebbe bastato poco per cambiare l’inerzia della partita. Complice anche la panchina corta del Tuttocuoio (con due soli giocatori a fianco di mister Maccioni) e la panchina “lunga” del Cascina, la squadra di Polzella è salita sugli scudi rifilando negli ultimi venti minuti altri quattro gol agli avversari, con addirittura tre di questi messi a segno da giocatori subentrati dalla panchina. La prima occasione è per il Tuttocuoio: calcio di punizione dalla tre quarti spostata sulla destra, il tiro a giro di Khtella è deviato in angolo da Brunelli. Il Cascina passa in vantaggio al 19’: sfruttando un rinvio non ottimale del portiere avversario, i neroazzurri (anche oggi in maglia rossa) riescono ad imbastire una pregevole azione che porta Chiaramonti a realizzare il gol del vantaggio. Possibilità di pareggio del Tuttocuoio al 25’: Fanucchi liberato in area sulla sinistra è ben contrato da Brunelli che mette nuovamente in angolo. Al 27’ il Cascina potrebbe raddoppiare ma Frati, ben servito in profondità da Luci, si fa ipnotizzare da Fiaschi che riesce a respingere. Prima del riposo c’è un’altra grossa opportunità per il Cascina, Puleo affonda sul centrosinistra, porge palla a Frati e da questi a Luci, ma il fendente del numero 10 si stampa sulla traversa. Nella ripresa, con l’inizio del valzer delle sostituzioni, il Cascina sale in cattedra. Al 24’ Frati serve Pellegrini (entrato da 6 minuti) che, spostato sulla sinistra, trova il diagonale vincente per il 2 a 0. Al 34’ bella triangolazione di due nuovi entrati nel Cascina, Materazzi sulla sinistra serve Scaramelli che gli restituisce il pallone, ancora un bel diagonale sull’uscita del portiere formalizza il 3 a 0. Ormai la partita ha un’inerzia ben definita. Al 36’ Luci verticalizza per Frati che di destro, da posizione centrale poco fuori dall’area di rigore, trova l’angolo giusto dove Fiaschi non può arrivare. Al 41’ gloria anche per Folegnani (entrato da 4 minuti) che, dopo una bella discesa, scocca un forte tiro che colpisce la base del palo e termina in rete per il 5 a 0 finale. Risultato pesante per il Tuttocuoio, ma che ci sta tutto e mette in risalto la forma che sta attraversando la squadra di Polzella col quale abbiamo scambiato alcune parole al termine della partita: “Siamo veramente contenti. Stiamo giocando bene e quando dico che abbiamo una grande squadra, compresi i giocatori che sono costretto a portare con me in panchina, ho ragione (con riferimento ai 3 gol realizzati proprio da giocatori subentrati, ndr). Sono contento del pareggio tra Fratres e Massese, ma non perché ci ha permesso di rimanere soli in testa alla classifica, ma perché così di sono suddivisi solo due punti invece dei tre che avrebbero ottenuto se una delle due avesse vinto. Adesso abbiamo ancora 4 gare di cui 3 contro le squadre teoricamente più forti. Intanto però domenica andiamo a San Miniato con la convinzione di poter fare bene.”
FONTE: cascinanotizie.it

Fratres Perignano-Massese 3-3

Ponsacco-S.Miniato B. 0-0

S.Marco Avenza-Camaiore 0-3
SAN MARCO AVENZA: Lagomarsini, Gamberucci, Mussi, Brizzi, Zuccarelli (91’ Pinelli), Mosti, Gabrielli, Diawara (56’ Ussi) , Dell’Amico (82’ Antonelli), Pedrazzi (68’ Niang), Doretti. A disp.: Pinarelli, De Angeli, Lazri, Valori, Taraj. All.: Turi Stefano
CAMAIORE: Petroni, Galli, Signorini, Ricci, Arnaldi, Verdi, Da Pozzo (68’ Viola), Ceciarini (89’ Morelli), Raffi, Geraci (56’ D’Antongiovanni), Agostini. A disp.: Mariani, Benedetti, Papi, Bertolucci, Gori, Mancini. All.: Bracaloni Riccardo
ARBITRO: Leoni, di Pisa
RETI: 32' Raffi, 40' Geraci, 63' rig. Da Pozzo
NOTE: Ammoniti Mussi, Zuccarelli, Pinelli, Verdi, Da Pozzo, Cecciarini. Espulso Raffi.
Sono tre le reti subite dal San Marco Avenza nella sfida odierna del Girone A di Eccellenza, giocata in casa al “Paolo Deste" contro un’arrembante Camaiore Calcio. A partire meglio in questa domenica piovosa sono i leoni di casa, che per una ventina di minuti provano più volte a mettere in difficoltà Petroni, salvo poi subire la bella azione solitaria di Raffi che sbaraglia la difesa. Da lì in poi non poche difficoltà per il San Marco, che viene graffiato una volta di sinistro da Geraci e nel secondo tempo su rigore da Da Pozzo. I padroni di casa tuttavia nel corso della partita, aspra e combattuta senza mezzi termini, più volte riescono ad entrare pericolosamente nella difesa camaiorese, che però sempre regge il colpo, concedendo angoli e obbligando l’avversario all’errore.

Tau Altopascio-Cuoiopelli 3-1
TAU ALTOPASCIO: Citti, Ricci T., Lucchesi, Anzilotti, Mancini, Fedi, Fazzini (63’ Manfredi), Niccolai, Rossi (85’ Gianmarco Magini), Benedetti, Antoni (94’ Barbera). A disp.: Donati, Ceceri, Nieri, Maccagnola, Ricci Filippo, Fanani. All.: Cristiani.
CUOIOPELLI: Lampignano, Martinelli, Iannello, Cornacchia, Ghelardoni, Buscé (80’ Benassi), Dal Poggetto (71’ De Simone), Passerotti (71’ Isola), Petracci, Pirone, Diomande (66’ Benvenuti). A disp.: Casalini, Montemagni, Carli, Bonfanti, Baeza. All.: Marselli.
ARBITRO: Nicholas Pedrini di Reggio Emilia, con Kevin Scanu e Roberto Lembo di Valdarno.
RETI: 12' Anzilotti, 37' Petracci, 67' Benedetti, 84' Manfredi
NOTE: Ammoniti Cornacchia, Ghelardoni, Benedetti, Fazzini. Espulso Iannello.
Netta vittoria del Tau Calcio contro la Cuoiopelli. La squadra di mister Cristiani prende subito le redini della partita e trova il vantaggio dopo soli 12 minuti. È Anzilotti su calcio di punizione a sbloccare il risultato. Il Tau fa la partita, ma in finale di primo tempo gli ospiti sono bravi a sfruttare una delle poche occasioni a loro favore: la rete porta la firma di Petracci. Stesso copione nella ripresa: il Tau gestisce palla e torna in vantaggio al 22’ su assist di Niccolai per Benedetti, che realizza il 2-1. Dopo un palo colto al 30’ da Rossi, il definitivo 3-1 arriva nei minuti di recupero. È Manfredi a segnare: per lui, del 2004, è il primo gol in Eccellenza. Da segnalare che la formazione pisana ha giocato gli ultimi minuti di gara in dieci per l’espulsione di Iannello. Con questa vittoria il Tau Calcio sale a quota 7, a tre punti dalla zona playoff.  Domenica prossima derby lucchese in casa del Camaiore. 

ECCELLENZA Girone B - Giornata 5 ore 15
Fortis Juventus-Terranuova Traiana 0-2
FORTIS JUVENTUS: Becchi 7, Zoppi L. 6, Marucelli 5.5 (52° Bonifazi 6), Fedele 6 (76° Cassai ng), Calzolai G. 5.5, Gurioli 6, Cirasella 5.5 (52° Mosti Falconi 6), Mazzanti 6 (75° Papini ng), Guidotti 5.5, Serotti 6, Bruni 5 (61° Del Pela N. ng). A disp.: Romei, Gori Matt, Leporatti, Barbini. All.: Fusi Michele
TERRANUOVA TRAIANA: Burzagli V. 7, Tomberli 6.5, Zellini 6 (66° Noferi ng), Bega 7, Marzi 7, Neri 6.5, Mattesini 6 (46° Chioccioli 6), Massai 6 (65° Taflaj 6), Betti 7, Conteduca 6.5 (66° Cioce ng), Sacconi 6.5 (82° Adami ng). A disp.: Pellegrini, Artini, Sestini, Vestri. All.: Becattini Marco
ARBITRO: Alberto Quara' di Nichelino 6, coad. da Coco e Veli di Pisa.
RETI: 38° rig. Bega, 75° Betti
NOTE: Ammoniti Marucelli, Calzolai G., Bega, Noferi, Taflaj, Cioce. Angoli 3-7. Recupero 0’+5’.
Prestazione di grande qualità del Terranuova Traiana che vince e convince al “RomanellI”, ridimensionando la squadra di Fusi che vede adesso fuggire, (probabilmente in modo definitivo per quanto la riguarda) il Poggibonsi. Partita bella e combattuta, giocata sotto una costante pioggia che ha reso il match molto “inglese”: grande agonismo, ma sempre con correttezza, e alto livello tecnico. Due squadre insomma che saranno ancora protagoniste di questa Categoria Regina, sempre più bella e appassionante. La prima frazione è equilibrata con poche occasioni da rete: i valdarnesi si fanno vedere già al 2’: cross pericoloso da sinistra di Zellini ma la Fortis si salva in corner. Quindi al quarto d’ora rasoterra di Sacconi con Becchi che si accartoccia e para. La Fortis risponde subito dopo con Cirasella e Bruni pericolosi, sui quali esce bene Burzagli che con poco stile ma con grande efficacia e neutralizza. Al 20’ gran botta dai 25 metri di Sacconi con Becchi che poi mette in corner. Al 37’ il vantaggio del Terranuova: ingenuo e netto fallo di Serotti su Mattesini, molto largo, con Bega che trasforma per lo 0-1. Nella ripresa la gara si alza ulteriormente di tono e diventa ancor più bella e godibile. Al 10’ Becchi è decisivo in due tempi sulla conclusione sottomisura di Bega. Poi la Fortis spinge e chiude il Terranuova nella sua metà campo. Al 13’ Mosti Falconi serve Guidotti la cui conclusione è parata da Burzagli. La miglior occasione capita al 17’ quando una gran botta di Serotti con il mancino, servito da Guidotti, impegna Burzagli in una splendida risposta a mano aperta. Subito dopo la Fortis reclama un rigore quando su cross di Serotti un difensore devia forse con il braccio ma l’arbitro fa proseguire. Ancora Fortis al 25’: botta da fuori di Gurioli, respinge in due tempi Burzagli. Poi il Terranuova la chiude; prima un tiro-cross dell’ottimo Marzi da destra costringe Becchi a mettere in corner, quindi Betti in mischia trova il pertugio giusto per lo 0-2 (e non esulta per rispetto dei suoi tre anni a Borgo). La gara in pratica si chiude qui perché per il morale la Fortis (che non vince in casa dal novembre 2019, 593 giorni…) è un colpo mortale; il Terranuova si fa ancora pericoloso con Taflaj e Bega, ma sarebbe stata una punizione decisamente troppo pesante per la squadra di Fusi.
Andrea L’Abbate

Poggibonsi-Signa 2-1
POGGIBONSI: Lupi, Banchelli, Doda (76’ Razzanelli), Galbiati, Borri (62’ Odibe), De Vitis, Bellini, Biagi (92’ Zefi), Motti, Rosi, Bianchi (65’ Caggianese). A disp.: Pacini, Macchi, Volentieri, Cioni, Petrucci. All.: Calderini.
SIGNA: Daddi, Franzoni (55’ Carlucci), Nencini, Bartolozzi, Tempestini (44’ Gentili), Alicontri, Gambini (81’ Capochiani), Ficarra (61’ G. Rosi), Tempesti, Coppola, Sordi (56’st Alesso). A disp.: Lensi, Wahabi, Gemignani, Giuliani. All.: Cristiani.
ARBITRO: Alessio De Marco di Lucca, coad. da Tommaso Bettazzi di Prato e Matteo Pacini di Empoli.
RETI: 49’ e 52’ Bianchi, 71’ Bartolozzi.
NOTE: Ammoniti Galbiati, Ficarra, Motti, Bianchi, Alicontri. Angoli 6-3. Recupero 3’+5’.
Il Poggibonsi torna alla vittoria allo “Stefano Lotti” battendo 2 a 1 il Signa in un match combattuto. I giallorossi passano in vantaggio al 4′ della ripresa direttamente su calcio di punizione dal limite dell’area di rigore con Bianchi che sorprende il portiere Daddi sul proprio palo. Passano solamente quattro minuti e lo stesso numero undici giallorosso al termine di una spettacolare azione si presenta a tu per tu con l’estremo ospite e lo “fredda” con un piattone di destro. Il Signa non ci sta e al 25′ riduce le distanze con una conclusione dai 20 metri di Bartolozzi che si infila a fil di palo alla sinistra di Lupi. Il Poggibonsi non si fa intimorire e continua a gestire la partita portando a casa un successo fondamentale.
FONTE: calciosenese.it

Pontassieve-Antella 1-1 
PONTASSIEVE: Papi, Fani, Reggioli, Bencini, Meacci, Travaglini, Natale A., Fantechi A., Pagnotta, Fantechi M., Cragno. A disp.: Basile, Frezza, Prunecchi, Nocentini, Ciullini, Maccari, Castiglione, Renna, Rosi. All.: Miliani Alessio
ANTELLA 99: D Ambrosio, Grattarola, Tafani, Bartolini A., Vitale, Mignani, Rontini, Picchi, Posarelli, Olivieri, Mazzoni. A disp.: Magnelli, Manetti F., Nardi, Alla Nesta, Pacini, Manetti Sam., Manetti Sac., Bargelli. All.: Alari Stefano
ARBITRO: Matteo Martini di Arezzo
RETI: 6' Bencini, 91' Nesta
Pontassieve vs Antella è, per le due compagini, la partita degli incroci. Una prossimità geografica che non significa derby ma, al contrario, si consuma nel conteggio di ex calciatori, ex  allenatori, ex preparatori atletici. C’è anzitutto mister Miliani, oggi coach del Pontassieve e ieri condottiero dell’Antella. Ci sono Papi, Travaglini,  Castiglione, calciatori che in bianco-celeste hanno ottenuto risultati importanti. Ci sono Cragno, Renna, Maccari, Meacci, Fani, Bencini con un trascorso nelle file del Grassina, cugini calcisticamente “odiati” dall’Antella. Al di là delle strade connesse, c’è una match importante da giocare.  Sono i locali a partire con la marcia ingranata: con Castiglione inizialmente in panchina, è Bencini a calciare la punizione vincente che sblocca la gara già al 6° di gioco. Gol lampo. 1-0 e Antella che si trova a ricorrere per la quarta partita consecutiva. Gli ospiti, con impeto agonistico, riordinano le idee e si affidano alle giocate di Picchi e Rontini, tra i migliori nella rosa allenata da mister Alari. Nel frattempo al 20° Bartolini è costretto a lasciare il campo per infortunio, al suo posto “el loco” Manetti,  cambio che costringe l’Antella ad un assetto diverso: dal 4-3-3 al 4-4-2 con Olivieri e Mazzoni esterni di fascia. Proprio Mazzoni alla mezzora insidia l’ex compagno Papi con una punizione mancina deviata in corner. Il momento è favorevole agli ospiti: Posarelli per un soffio non arriva per il tap-in sul tiro masticato ancora di Mazzoni, mentre pochi istanti più tardi Picchi è murato dal limite dell’area dalla difesa in tenuta amaranto.  Il Pontassieve dalla sua, si difende e prova, guidato da “frullino” Natale, qualche sortita in contropiede non destinata alle cronache pomeridiane. All’intervallo è 1-0. La ripresa è sulle solite note del primo tempo: assieme alla stanchezza cresce la confusione; il Ponte ci prova ancora su punizione ma Tafani è al posto giusto al momento giusto, dunque i locali si piazzano sulla difensiva con Pagnotta e Cragno che sgobbano per far respirare i compagni.  L’Antella ci prova, vuol pareggiare: Manetti Sam. non sfrutta a dovere un contropiede innescato da Olivieri. Sale la pressione ma latitato le occasioni da rete. Mister Alari pesca dal la panchina: entra prima Bargelli, poi il classe 2000 Alla Nesta. I secondi sono concitati, ne mancano pochissimi al fischio finale di Martini. Anche Vitale dalla difesa si fionda in attacco per dar man forte alla fase offensiva. E’ il primo dei tre minuti di recupero: Mignani, ultimo baluardo difensivo, calcia verso l’area avversaria, Vitale la smorza di petto, la sfera raggiunge Bargelli che, emulando il compagno, la sistema sempre di petto per Alla Nesta. La difesa è sorpresa, spunta il n.20, tiro sporco con il piede meno buono (il destro) e Papi semi-spiazzato.  E’ l’1-1, chiaramente definitivo, dell’uomo che non ti aspetti. 
FONTE: daicollifiorentini.it

Valdarno-Colligiana 1-2
VALDARNOUbirti, Bettoni, Marconi (84° Luka), Fioravanti (29° Corsi), Gori, Del Colle, Mirante, Privitera (81° Cannoni), Bastianelli, Vangi (32° Gianotti), Iaquinandi (70° Liberati). A disp.: Simoni, Sesti, Ardinghi, Gualandi. All.: Marco Brachi.
COLLIGIANAChiarugi, Pallanti (74° Sitzia), Focardi Olmi, Marghi, Silvestri, Ciolli, Martini (81° Ridolfi), Di Leo, Mearini (65° Gambassi), Mugnai (74° Braccalenti), Ceccarelli (81° Hoxhaj). A disp.: Boraschi, Mantelli, Mazzocchi, Sitzia, Ermini. All.: Paolo Molfese.
ARBITRO: Giuseppe Merlino di Pontedera, coad. da Luca Salvadori  e Marco Liberatori di Arezzo.
RETI12° rig. Mugnai, 35° Fioravanti, 94° Ridolfi.
NOTE: Ammoniti Silvestri, Bettoni, Fioravanti, Mearini, Sitzia, Marghi. Espulso al 64° Silvestri. Recupero 2’+6’.
La Colligiana ritrova in panchina mister Molfese che ha scontato la squalifica. Molti gli assenti tra le fila biancorosse: Alderotti, Ciardini, Cianciolo, Carlotti, i fratelli Cicali, Ticci e lo squalificato Perugi. La Colligiana, al cospetto di un avversario ostico però gioca una gara tutta grinta e cuore e, nonostante l’inferiorità numerica dall’11° della ripresa, riesce a far sua la gara del “Goffredo Del Buffa” agguantando il successo nell’ultimo minuto di recupero. Parte bene la Colligiana con Mugnai che irrompe in area e con Ubirti che lo butta giù: è calcio di rigore che lo stesso Mugnai si incarica di battere portando in vantaggio i suoi al 12°. La reazione del Valdarno però si fa attendere. Al 25° una punizione di Ceccarelli viene deviata con i pugni da Ubirti. Il Valdarno, che già doveva rinunciare a Saitta squalificato, alla mezzora deve fare a meno anche di Vangi per un problema muscolare e viene sostituito da Gianotti. Al 36° arriva il pari dei padroni di casa per merito di Fioravanti. Ora il Valdarno ci prova ma Gianotti conclude centralmente per la facile parata di Chiarugi al 38°. Al 44° la conclusione di Fioravanti termina fuori. L’intervallo vede le squadre sul risultato di parità. Al 13° della ripresa Bastianelli ruba palla sulla tre quarti e conclude centrando la traversa. Al 16° la Colligiana risponde con una punizione di Ciolli che incoccia sulla traversa all’altezza dell’incrocio e termina fuori. Al 19° la Colligiana rimane in dieci uomini per il doppio cartellino giallo rimediato da Silvestri. Il Valdarno si porta avanti con continuità ma Chiarugi prima interviene di pugno su una conclusione e poi non ha difficoltà sulle conclusioni di Bastianelli e Gianotti. I successivi attacchi della formazione di casa sono infruttuosi. Il campo è pesante per la pioggia e la fatica si fa sentire. Le sostituzioni operate da mister Molfese si rivelano invece fruttuose. All’ultimo minuto di recupero Di Leo va via in contropiede si presenta davanti porta ma viene disturbato da Gori e conclude sul portiere che ribatte, la palla arriva a Ridolfi, che aveva seguito l’azione e che, indisturbato, segna la rete della vittoria.
FONTE: colligianacalcio.it

Scarica ora la nuova App dell'Almanacco del Calcio Toscano

Ordina qui il nuovo Almanacco del Calcio Toscano 2020