logo fantaeccellenza

Serie D - Gavorrano-Ponsacco 1-0

Il Gavorrano fa il colpo della settimana e manda in crisi il Ponsacco. Esce schiumando di rabbia la squadra ospite che protesta per l'occasione che porta al gol decisivo. "Una, due, tre, quattro volte". Nulla da fare, il signor Monaco di Termoli, il fischietto molisano che ha diretto la gara di Gavorrano, non ha voluto sentire le urla che arrivavano dalla panchina rossoblù per chiedere una sostituzione dopo l’espulsione di Tazzer. Mossa necessaria per assestare la difesa dopo l’espulsione del terzino destro rossoblù e che la terna ha consentito solo dopo il vantaggio dei maremmani, quando ormai l’inerzia della partita era cambiata. E’ fra il 1’ e il 5’ della ripresa, infatti, che la gara cambia direzione: subito in apertura Tazzer atterra in area Lamioni, l’arbitro indica il dischetto ma dagli undici metri De Carlo è miracoloso e vola deviando in angolo. Dalla panchina si sbracciano ma Monaco non vede e non sente. Allora il portiere rossoblù si supera ancora e respinge a lato una prima sassata di Costanzo. Mister Colombini e i suoi collaboratori urlano ancora per richiamare l’attenzione della terna perché i rossoblù devono necessariamente inserire e riassestare il pacchetto arretrato, ma non c’è nulla da fare: Lamioni calcia dalla bandierina e pesca Costanzo al limite dell’area di rigore per la voleé che alla fine deciderà la sfida. Ci sono voluti quattro minuti e il gol partita del forte numero dieci di casa all’arbitro Monaco di Termoli per permettere la sostituzione, 360 lunghissimi secondi durante i quali è cambiata l’inerzia della gara. Perché fra il 1 e il 5’ della ripresa l’Fc Ponsacco 1920 si è ritrovato con l’uomo in meno e sotto di una rete. Peccato per almeno due buone ragioni: perché nel primo tempo la squadra ospite aveva fatto sicuramente qualcosa in più dei padroni di casa, scesi in campo privi degli squalificati Conti e Berardi, andando vicina al gol con una sassata di Semprini dalla distanza (7’) e una conclusione di Brega sotto misura (15’) e concedendo una sola occasione ai maremmani proprio al 45’ (incornata di Gomes su cross di Grifoni dopo una staffilata dalla distanza di Lamioni). E perché, nella ripresa, pur con l’uomo in meno, gli uomini di Colombini hanno inchiodato il Gavorrano nella propria metà campo andando vicinissima al pari prima con Castorani (16’) che, a tu per tu con il portiere, ha concluso sopra la traversa e poi nel finale (46’) prima con Brega e poi con Mariani su cui è stato due volte miracoloso Salvalaggio respingendo le conclusioni a botta sicura dei rossoblù.

IL TABELLINO: 1-0
GAVORRANO:
  Salvalaggio; Ferrante, Placido, Bruni; Mastini, Costanzo, Cerretelli, Grifoni (84' Bracciali); Lamioni, Jukic, Gomes. A disp.: Alexandroe, Capozzi, Fontana, Pardera, Bracciali, Scognamiglio, Koci, Carlotti, Brunacci. All.: Callai
PONSACCO: De Carlo; Tazzer, Colombini,  Mazzanti, Lici; Negri (74' Mariani), Caciagli, Castorani (82' Becagli); Doveri (50’ Gremigni); Brega, Semprini (65' Zorica). A disp.: Bartolozzi, Menichetti, Matteoni, Caruso, Calabrese. All.: Colombini.
ARBITRO: Monaco di Termoli
RETE: 50’ Costanzo
NOTE: Angoli 3-8. Recupero 0'+4’. Ammoniti Cerretelli, Brega, Gremigni, Lici. Espulso Tazzer.