app almanacco

Eccellenza - Di Leo (Poggibonsi): "Guai fisici alle spalle"

Un valore aggiunto: così Paolo Di Leo, arrivato a dicembre, vuole essere per il Poggibonsi in questa parte finale di campionato visto che ormai i guai fisici che lo affliggevano sono alle spalle. “Sotto il profilo fisico finalmente mi sento in forma. Ho smaltito il problema muscolare patito a Dicembre, quando, arrivato a Poggibonsi dallo Scandicci, accusai subito un infortunio nella gara contro la Fortis Juventus. Successivamente ho trascorso un mese traballante, coinciso anche con il cambio dell’allenatore. I guai fisici però me li sono lasciati alle spalle ed adesso sto trovando la continuità che mi serve. Mister Cerasa mi ha impiegato sia come trequartista, sia come mezzala a destra e a sinistra. Entrambi i ruoli sono di mio gradimento, ma in qualsiasi posizione di campo cerco sempre di dare il massimo e di mettermi a disposizione della squadra e dell’allenatore. E’ vero, non ci mancano le occasioni per segnare. Sia con l’Antella ’99 che con la Colligiana abbiamo creato tanto, ma senza concretizzare. Io stesso non ho sfruttato gli assist forniti dai miei compagni. Contro la Colligiana il goal dell’ex avrebbe avuto sicuramente un significato ed un peso particolare. Rivedendo l’azione del mio colpo di testa forse avrei potuto angolare maggiormente il pallone. Abbiamo preso il punto nel derby un po’ a malincuore. Adesso dobbiamo iniziare a vincere con maggiore regolarità già da domenica quando riceveremo la Lastrigiana, una formazione che sta attraversando un momento brillante e che ci precede di tre punti. Sarà una gara combattuta. La prepareremo come si deve per affrontarla nel migliore dei modi, perché conseguire bottino pieno alimenterebbe le nostre ambizioni play-off. Prolungare il campionato, qualificandoci agli spareggi deve essere il nostro obiettivo. Il traguardo è ancora alla portata del Poggibonsi e sarebbe meritato anche a fronte degli sforzi della società, che ha costruito una rosa di qualità. Di qui alla fine servirà pensare soltanto a noi stessi, cercando di raccogliere più punti possibili.”